“In parte le tasse sono già state messe perché la pressione fiscale sui lavoratori dipendenti e sui pensionati è aumentata”. Maurizio Landini, segretario generale della Fiom, risponde così, a margine di un convegno organizzato a Milano in memoria del sindacalista Felice Mortillaro, sulla possibilità che vengano introdotte nuove tasse nel documento di economia e finanza che dovrebbe essere approvato oggi. “Bisognerebbe che Renzi mettesse le mani nelle tasche di coloro che in questi anni hanno evaso o non hanno pagato, perché l’esigenza del Paese sarebbe quella di una vera riforma, ma il Def rischia di ridurre le manovre per futuri investimenti”. A proposito della Coalizione sociale da lui fondata e la ‘prova sul campo’ nella vertenza Fincantieri Landini risponde: “E’ una semplificazione. Si tratta di una delle più grandi aziende pubbliche e chiediamo che si investa sul lavoro”  di Mario Catania