“E’ stato commesso un atto atroce”, il ministro della Giustizia Andrea Orlando si è precipitato a Milano nelle ore successive all’episodio che ha sconvolto la quotidianità del Palazzo di giustizia, aprendo seri interrogativi sui sistemi di sicurezza. “Ho incontrato i familiari di Fernando Ciampi, ai quali ho rivolto la mia più sincera e sentita vicinanza – ha detto il ministro -. Ho ritenuto opportuno essere qui per ringraziare le forze dell’ordine per il loro operato”. Poi sull’episodio ha aggiunto: “I sistemi sicurezza tecnologici erano funzionanti, le indagini devono chiarire le responsabilità degli errori gravi che sono stati commessi. Inoltre è utile una riflessione generale sull’adeguatezza degli uffici giudiziari”  di Francesca Martelli