Dopo la frase shock che Matteo Salvini ha rilasciato a “Mattino 5“, su Canale 5, (“Cosa farei io al posto di Alfano e Renzi? Con un preavviso di sfratto di sei mesi, raderei al suolo i campi rom), il segretario della Lega Nord cambia studio televisivo e si sposta su La7, a “L’aria che tira”, dove rispondendo alla conduttrice che gli chiedeva se confermasse la dichiarazione precedentemente rilasciata, Salvini stempera i toni e dice: “I rom hanno il diritto e il dovere di vivere come gli altri e di mandare i figli a scuola, ma il campo in quanto tale è al di fuori della legge. Col dovuto preavviso – continua – gli do la possibilità di vivere come gli altri, ma i campi rom non dovrebbero esistere“. Poi il leader del Carroccio aggiunge: “Integrazione solo per chi si vuole integrare e non per chi vuole campare alle spalle degli altri. Non esistono i campi rom in altri posti d’Europa, i rom hanno gli stessi diritti e doveri degli altri, come pagare l’Imu”