Si discuterà giovedì 9 aprile la richiesta di proroga avanzata alla Corte Suprema dai legali del Fuciliere di Marina, Massimiliano Latorre, il marò attualmente in Italia per un programma terapeutico dopo l’ictus che lo ha colpito nel settembre scorso. La richiesta è stata accolta dai giudici Anil R. Daver e Kurien Joseph nella’aula tre della Corte, gli stessi che a gennaio gli avevano concesso un’estensione di tre mesi del permesso ottenuto a settembre.

Le autorità di Nuova Delhi avevano concesso a Latorre un permesso di quattro mesi per consentirgli di curarsi dopo l’attacco ischemico. Il permesso, scaduto in gennaio, era poi stato rinnovato. Massimiliano Latorre e il collega Salvatore Girone sono trattenuti in India da due anni e mezzo con l’accusa di aver ucciso due pescatori durante un’operazione anti-pirateria.