“Per una donna che non sapeva neanche cosa fosse un cambio di una macchina non è stato facile. Nei momenti difficili però mi ripeto: ‘Oggi sono incudine, domani divento martello’“. Cinzia Pignani, conosciuta come Lady Ferro, ragiona così. Dopo la morte del marito è diventata proprietaria di uno degli sfasciacarrozze (le autodemolizioni) più grandi di Roma, dove – catapultata in un settore in genere ad appannaggio del sesso maschile – ha saputo prendere le redini dell’impresa con successo. Il tutto con atteggiamenti da dura e linguaggio colorito, che l’hanno resa un vero ‘personaggio’ nell’ambiente. Ma questo è solo una faccia della medaglia, giura lei: “Io non parlavo romano per niente – racconta Lady ferro – ho sempre abitato in una zona ‘in’ ed ero delicata. Ho dovuto accentuare i miei atteggiamenti”. E il metodo funziona: tra un urlo e un richiamo al megafono, i suoi dipendenti la seguono e l’ammirano e lei, tra luci e ombre, va fiera dei risultati raggiunti: “Mi sono saputa conquistare il rispetto degli uomini”, racconta. Dmax per sottolineare il carattere forte di questo personaggio le ha dedicato, in contemporanea con Real Time, uno speciale la sera dell’8 marzo, festa della donna, che in seguito potrebbe diventare una serie. Lei, però, è sicura: “La tv non mi influenzerà, perché io ho già tutto”  di Chiara Carbone