Un gregge di 50 sagome di agnelli di cartone è stato liberato davanti alla Torre pendente di Pisa. E’ il flash mob per “una Pasqua senza sangue” organizzato dall’associazione “Essere animali“, che ha voluto esprimere in questo modo il suo dissenso nei confronti della “strage che avviene ogni anno nel nome della tradizione”. Gli animalisti snocciolano i dati Istat 2014 sugli animali macellati nel periodo pasquale e ne denunciano le condizioni di trasporto: “Sono stati 400 mila gli agnelli macellati solo nelle settimane precedenti le festività pasquali, provenienti da allevamenti italiani ma anche importati dai paesi dell’Est o dalla Spagna, trasportati vivi per migliaia di chilometri”. Si riconosce però che il “consumo risulta essere in calo rispetto agli anni scorsi anni, complice una maggiore sensibilità delle persone verso questi animali”. Il rispetto verso i più deboli, conclude Essere animali, “per noi significa impegnarsi per una società in cui gli animali non siano più sfruttati e uccisi”.