Colomba, uovo di pasqua e pastiera. Le tavole degli italiani, nel giorno di Pasqua, si riempiono di preparazioni ad hoc per la festività. I dolci tipici sono molteplici, ma per i palati che meno apprezzano lo zucchero, c’è una ricetta salata napoletana molto golosa. Gino Sorbillo, famoso pizzaiolo di Napoli, svela la sua ricetta del casatiello e racconta: “Rappresenta l’arrivo della Pasqua e della primavera. Ricordo che da bambino mi divertivo a tagliare gli ingredienti a dadini con mia sorella. Noi ragazzi lo mangiavamo addirittura in spiaggia e sentivamo già l’arrivo dell’estate”. Gino continua poi, ricordando i bei momenti in famiglia: “Mio padre lo cuoceva nel forno delle pizze lentamente, solo con il calore della brace, mentre mia madre lo aiutava procurandogli gli ingredienti e preparando le uova. Mio fratello Toto e mia sorella Anna Carolina lo divoravano dopo aver fatto riscaldare le fettine al sole”. Ma Sorbillo, oltre ad essere legato alla preparazione tipica napoletana per ricordi legati alla famiglia, lo è anche per un motivo etico: “Quella del casatiello è una ricetta contro lo spreco, perché vengono utilizzati salumi e formaggi dimenticati in frigorifero o in cantina. È la cultura del non buttare via niente di buono”.

Ingredienti
1kg di farina 0
550 g acqua
150 g di strutto
Una bustina di lievito di birra liofilizzato
Sale qb.
Pepe qb.
300-350 g di formaggi stagionati
300-350 g di salumi misti
8 uova (sode)
1 uovo (per spennellare)

Preparazione
Sciogliete il lievito in acqua tiepida, unite la farina e iniziate l’impasto, unite poi lo strutto, il sale e il pepe (a piacere), poi coprite il composto e fate riposare qualche ora (finché sarà aumentato i volume). Stendete il composto sulla spianatoia (tenendone da parte un pezzo per le grate delle uova) ricavando un ovale, spennellatelo con poco strutto , distribuitevi i formaggi misti (grana padano, parmigiano reggiano, pecorino, provolone ecc. grattugiati ), i salumi misti (salame napoletano, coppa, prosciutto cotto e crudo, ciccioli ecc) e 4 uova sode tagliati a cubetti. Arrotolate l’impasto partendo dalla parte lunga, chiudetelo a anello infilando un’estremità nell’altra e disponetelo in uno stampo a ciambella, unto di strutto, dal diametro di circa 35 cm per 9 d’altezza, lasciando il punto di chiusura sul fondo. Spennellate il casatiello con l’uovo sbattuto, poi con le mani ricavate quattro fossette e incastratevi 4 uova sode. Con la pasta tenuta da parte ricavate delle strisce e fissatele a x sulle uova. Fate lievitare ancora il casatiello, diverse ore, anche un giorno intero (in questo caso al fresco) e cuocetelo in forno già caldo a 180° per circa 60′ o comunque fino a cottura.