Circa 200 produttori europei del settore lattiero-caseario hanno manifestato di fronte al Parlamento europeo a Bruxelles. Preoccupazione per il possibile crollo del prezzo del latte in seguito alla fine delle quote latte. “È finita una truffa”, attacca Mario Borghezio, eurodeputato della Lega Nord, che chiede l’istituzione di “una commissione d’inchiesta” per indagare “i dati sbagliati forniti dal governo italiano all’Europa”. Ma nel 2003 il governo era quello di Berlusconi, fa notare Roberto Cavaliere della Copagri Lombardia, alleato proprio con la Lega Nord. “Ben venga una commissione d’inchiesta ma del Parlamento Europeo“, dice Cavaliere. Intanto la paura è che la fine delle quote latte avvantaggi soprattutto le multinazionali del settore: “La fine delle quote è l’occasione perfetta per le multinazionali di spingere al massimo la produzione di latte e abbattere i costi”, denuncia l’eurodeputato francese verde José Bové, che chiede “un sistema di adeguamento della produzione ai costi all’origine”  di Alessio Pisanò