Era la broker dei vip romani. E li ha truffati per oltre 35 milioni di euro. Bruna Giri, “la Madoff in gonnella”, è arrivata a Fiumicino da Santo Domingo domenica mattina scortata da due agenti dell’Interpol. Latitante dal 2011, è stata arrestata due giorni fa nella Repubblica Dominicana ed espulsa. Era destinataria di un provvedimento restrittivo emesso dall’autorità giudiziaria della Capitale e diffuso a livello internazionale dal Servizio cooperazione internazionale della Criminalpol ed è stata subito portata in carcere.

La Giri, che gestiva i patrimoni della Roma bene, era ricercata dal 2011, quando l’inchiesta Missing money ha scoperchiato i raggiri messi in atto dalla ex promotrice finanziaria in combutta con consulenti, curatori fallimentari e avvocati. All’epoca finirono in manette una quindicina di persone accusate di peculato, falso ideologico e riciclaggio. Giri e i complici promettevano interessi da capogiro – fino al 10 per cento all’anno – ma in realtà intascavano i soldi e, intestandoli a società schermo, li trasferivano all’estero.