Sollecito e Amanda assolti, dopo otto anni di battaglie e cinque gradi di giudizio. La Quinta sezione penale della corte di Cassazione presieduta da Gennaro Marasca ha assolto Amanda Knox e Raffaele Sollecito, imputati nel processo per l’omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher. Alla Knox è stata confermata a tre anni la condanna per calunnia ma la pena è già scontata. I due erano stati condannati in appello a 25 anni di reclusione il primo e a 28 anni e sei mesi la seconda. Amanda è stata condannata a tre anni per calunnia, pena già scontata. Giulia Bongiorno, avvocato difensore di Sollecito, “ripristinata la ragione”, la replica di Francesco Maresca, legale di parte civile, “una sconfitta della giustizia italiana”  di Mauro Episcopo