“La mia esperienza nella banca d’affari Goldman Sachs non nasconde “nessuna situazione oscura”. Lo ha dichiarato Mario Draghi durante l’audizione alla Camera dei Deputati, rispondendo ad una delle domande poste da Alessio Villarosa, deputato del M5S: “Quando andai via dalla Direzione generale del Tesoro, anche se non c’erano regole all’epoca, sono stato vari mesi senza lavorare e a insegnare e solo dopo vari mesi sono stato assunto da Goldman Sachs”, ha sottolineato Draghi. Poi per quanto riguarda la riforma delle banche popolari, il presidente Bce esprime parere favorevole in virtù del “consolidamento del sistema bancario italiano”. Resta senza risposta la domanda sui titoli derivati contratti dallo Stati Italiano  di Manolo Lanaro