“La lotta alla mafia è spesso solo teorica, si continua con questo minuetto ma poi il governo nazionale fa finta che può candidare Crisafulli a sindaco di Enna“. E’ il duro attacco di Rosario Crocetta, presidente della Regione Siciliana, al convegno sulle mafie organizzato alla Camera. “Io denuncio e un sottosegretario (ndr Faraone) al convegno della Leopolda siciliana mi ammonisce perché ne faccio troppe, senza che nessuno dica nulla” aggiunge. “La politica deve fare da filtro, non si può delegare tutto alla magistratura e alle forze dell’ordine, il mio partito non dà segnali chiari, si interviene soltanto dopo gli arresti” aggiunge a margine. E sul candidato alle primarie del Pd ad Agrigento espressione di Forza Italia replica: “Non è vero, Alessi non è legato a nessun partito, è una brava persona, Forza Italia ad Agrigento si è spaccata, Salvini vuole un suo candidato e una parte dei berlusconiani non ci stanno e vogliono sostenere il candidato Pd, noi dovremmo ricompattarli?” spiega Crocetta. “L’importante è che sia una brava persona, per me la questione morale viene prima di tutto, una brava persona è già una svolta storica” dice   di Irene Buscemi