“La possibilità di coordinare le norme sulla prescrizione con interventi che devono incidere sulla ragionevole durata processo e sulle modifiche delle pene per alcuni tipi di reato sarà riservata alla seconda lettura in Senato”. Così il ministro della Giustizia Andrea Orlando alla Camera durante le votazioni sul ddl che aumenta i tempi di estinzione di alcuni reati contro la pubblica amministrazione. Il gruppo di Ncd in precedenza aveva annunciato il voto contrario, ma poi si è astenuto e Fabrizio Cicchitto spiega al fattoquotidiano.it questo cambio di strategia: “Il ministro Orlando si è impegnato a modifiche”. Anche perché al Senato senza i voti di Ncd il provvedimento rischia di non passare, giusto? “Vedo che lei sa fare bene i conti”, sorride Cicchitto”  di Manalo Lanaro