“Nessuno può pensare in questo momento di mettere in discussione le regole sulle intercettazioni. I criteri di pubblicazione sono, invece, un tema sul quale va fatta una discussione dato che in alcuni casi sono emersi aspetti di vita privata”. Parola del presidente dell’Autorità Anticorruzione Raffaele Cantone che, a margine della presentazione delle linee guida in materia di lotta alla corruzione per le partecipate pubbliche al ministero dell’Economia, aggiunge: “Si dovrebbe ampliare la possibilità di fare intercettazioni anche per i reati di corruzione, le recenti indagini hanno dimostrato l’utilità di questo strumento”. Sulla lotta alla corruzione e sugli strumenti utilizzati per combatterla, Cantone chiosa: “C’è molto ancora da fare sul piano normativo anche se le norme non hanno una funzione salvifica”  di Annalisa Ausilio