Il cancro si previene anche in cucina. Questo è il punto di partenza del ciclo di incontri “Prevenire per nutrire il cambiamento”, organizzato dalla Lilt Milano (Lega italiana per la lotta ai tumori) con lo scopo di illustrare alle donne migranti gli ingredienti e le pratiche culinarie più salutari. Secondo l’Associazione italiana registro tumori, infatti, negli anni si è registrato un importante aumento dell’incidenza dei tumori tra le popolazioni migranti che muoiono per questa patologia il 20 per cento in più rispetto agli italiani. Oltre alla comunità filippina, al progetto hanno aderito anche signore cinesi, peruviane e arabe. Gli incontri prevedono una parte teorica, dove una nutrizionista illustra le regole di un’alimentazione sana, e una pratica, in cui le donne, aiutate da un cuoco del paese di origine, preparano e assaggiano diversi piatti tipici della propria tradizione culinaria  di Stefano De Agostini