Nel “turno di notte” si gioca con la luce solo a Empoli e Torino. Sono appena due le partite in programma domenica pomeriggio, una sola alle 15. Tocca alla Juventus scendere in campo nel “fu” classico orario del calcio italiano. Pancia piena e tazzina di caffè, i bianconeri affrontano allo Stadium il Genoa, al momento l’unica squadra capace di batterla in campionato. All’andata finì 1-0 con gol beffa in pieno recupero. Al Castellani invece durante il brunch tocca a due squadre frizzanti come quella di Sarri e il Sassuolo. Per il resto, accendete i riflettori. Il turno si apre sabato alle 18 con Chievo-Palermo per proseguire a San Siro, dove arriva il Cagliari di Zeman. Il boemo può segare un’altra gamba della panchina di Pippo Inzaghi sul quale aleggia anche lo spettro della diserzione dei tifosi. Ieri la curva sud ha scritto una lettera nella quale chiede chiarezza a Berlusconi e invita il pubblico a non entrare allo stadio. Suggerimento in parte accolto dal coordinamento dei Milan Club che eviterà di esporre gli striscioni. SuperPippo rischia di giocare nel deserto una partita decisiva.

Ammucchiata domenica sera con un occhio alla corsa per la Champions League: l’impegno più difficile è quello della Sampdoria contro l’Inter, chiamata a reagire dopo l’eliminazione dall’Europa League. Pericolosa anche la trasferta della Fiorentina a Udine. Più leggeri gli impegni di Napoli, in casa contro l’Atalanta che non vince in trasferta dal 18 gennaio, e Lazio, all’Olimpico contro il Verona reduce da una striscia positiva. Proveranno l’aggancio e sorpasso alla Roma. La squadra di Garcia cerca un po’ di serenità a Cesena. Ma i romagnoli all’Orogel-Manuzzi hanno fermato la Juventus e domenica scorsa è quasi riuscito lo sgambetto all’Inter in trasferta. Per i giallorossi di questi tempi rischia di trasformarsi in un altro calvario. E nella partita dell’addio al secondo posto. A questo punto del girone d’andata ri-agganciavano la Juventus in testa alla classifica. Sembra una vita fa.

CHIEVO-PALERMO (21/03, 18) 

Chievo: Bizzarri, Frey-Dainelli-Cesar-Zukanovic, Schelotto-Radovanovic-Izco- Birsa, Meggiorini-Paloschi (all. Maran)
Out Mattiello e Botta, Maran non si schioda dalle certezze lasciate in eredità dalla vittoria di Genova. Rientra Izco a centrocampo dove c’è anche Birsa. In attacco confermata la coppia Meggiorini-Paloschi.
Indisponibili: Mattiello. Squalificati: Hetemaj.

Palermo: Sorrentino, Vitiello-Terzi-Andelkovic- Daprelà, Barreto-Maresca-Rigoni, Quaison-Vazquez, Dybala (all. Iachini)
L’unico dubbio di Iachini riguarda la mediana, dov’è ballottaggio tra Jajalo-Maresca. Ancora Quaison e Vazquez alle spalle di Dybala nel 4-3-2-1 disegnato dal tecnico rosanero.
Indisponibili: Gonzalez, Morganella. Squalificati: nessuno

MILAN-CAGLIARI (21/03, 20.45) 

Milan: Diego Lopez, Abate-Paletta-Mexes-Antonelli, Van Ginkel-De Jong-Bonaventura, Honda-Destro-Menez (all. Inzaghi)
Sarà ancora panchina per Cerci, al quale Inzaghi preferisce Honda. Novità a centrocampo con il rientro di De Jong che sostituirà Essien. A disposizione anche Poli, ma probabilmente gli verrà preferito Van Ginkel, positivo nella sconfitta di Firenze.
Indisponibili: Zapata, Rami, Zaccardo, De Sciglio, Montolivo, El Shaarawy. Squalificati: nessuno

Cagliari: Brkic, Dessena-Ceppitelli-Diakitè- Avelar, Joao Pedro-Crisetig-Ekdal, Mpoku-Farias-Sau (all. Zeman).
Zeman opta per Dessena in difesa per sostituire lo squalificato Balzano. Confermato Joao Pedro a centrocampo. Stessi uomini di domenica anche nell’inamovibile tridente.
Indisponibili: Capuano. Squalificati: Balzano.

EMPOLI-SASSSUOLO (22/03, 12.30)
Empoli: Sepe, Hysaj-Rugani-Barba-Mario Rui, Vecino-Valdifiori-Croce, Saponara, Maccarone-Tavano (all. Sarri)
Tonelli recupera ma sembra destinato alla panchina perché non ancora in perfette condizioni. Saponara si posiziona sulla trequarti dietro Maccarone e uno tra Tavano e Pucciarelli, con il primo ancora favorito.
Indisponibili: Guarente. Squalificati: nessuno.

Sassuolo: Consigli, Gazzola-Acerbi-Peluso-Longhi, Brighi-Magnanelli-Missiroli, Berardi-Zaza-Sansone (all. Di Francesco)
Vrsaljko non ce la fa, al suo posto c’è Gazzola. Unico dubbio tattico a centrocampo: Taider o Brighi accanto a Magnanelli e Missiroli? Il tridente sarà composto dai consueti uomini.
Indisponibili: Antei, Terranova, Cannavaro, Pegolo. Squalificati: nessuno

JUVENTUS-GENOA (22/03, 15) 

Juventus: Buffon, Barzagli-Bonucci-Chiellini, Lichtsteiner-Pereyera-Padoin- Vidal-Evra, Llorente-Tevez (all. Allegri)
Per far fronte alle tante assenze, Allegri sembra intenzionato a rimodulare la formazione sul 3-5-2 con Padoin dal primo minuto al posto di Marchisio, febbricitante. Se optasse per il 4-3-1-2, in difesa partirebbe Pepe come terzino e riposerebbe Chiellini. Llorente accanto a Tevez al posto di Morata, squalificato.
Indisponibili: Asamoah, Romulo, Caceres, De Ceglie, Sturaro, Pirlo, Pogba, Marchisio. Squalificati: Morata

Genoa: Perin, Roncaglia-Burdisso-De Maio, Edenilson-Bertolacci-Kucka- Bergdich, Perotti-Borriello-Niang (all. Gasperini)
Arriva la chance per Marco Borriello visto che Iago Falque è squalificato. Agirà lui come perno centrale del tridente di Gasperini. A centrocampo ancora spazio per Bergdich stante la squalifica di Rincon. Solito terzetto difensivo.
Indisponibili: Ariaudo. Squalificati: Rincon, Iago Falque

CESENA-ROMA (22/03, 20.45) 

Cesena: Leali, Perico-Capelli-Krajnc- Magnusson, Giorgi-De Feudis-Mudingayi, Carbonero, Defrel-Djuric (all. Di Carlo)
Renzetti proverà a recuperare ma sembra difficile un suo impiego dal primo minuto. È certa invece la conferma di Carbonero alle spalle di Defrel e Djuric. Il sacrificato è Brienza, che si accomoda in panchina.
Indisponibili: Cazzola, Valzania, Tabanelli, Renzetti, Ze Eduardo, Marilungo. Squalificati: nessuno

Roma: De Sanctis, Torosidis-Astori-Manolas- Holebas, Paredes-De Rossi-Nainggolan, Ljajic-Totti-Iturbe (all. Garcia)
Riposa Florenzi, a centrocampo ci sarà Paredes con De Rossi e Nainggolan. Dubbi in attacco: Totti è certo del posto dal 1’ ma ai suoi lati è ballottaggio a quattro. I favoriti sembrano essere Ljajic e Iturbe, con Gervinho in panchina.
Indisponibili: Castan, Balzaretti, Maicon, Strootman, Sanabria. Squalificati: Keita, Pjanic.

LAZIO-VERONA (22/03, 20.45) 

Lazio: Marchetti, Basta-De Vrij-Mauricio-Radu, Parolo-Biglia, Candreva-Mauri Felipe Anderson, Klose (all. Pioli)
Vista l’abbondanza dalla mediana in su, Pioli è intenzionato a virare sul 4-2-3-1. Rimarrebbe fuori Cataldi per far spazio ai tre dietro Klose. Confermato il blocco difensivo guidato da De Vrij.
Indisponibili: Konko, Pereirinha, Djordjevic. Squalificati: Berisha

Verona: Benussi, Martic-Moras-Rodriguez Gu.-Pisano, Obbadi-Tachtsidis- Hallfredsson, Jankovic-Toni- Christodoulopoulos (all. Mandorlini)
Martic al posto di Sala in difesa e Christodoulopulos spostato nel tridente per sostituire Juanito Gomez, squalificato. Sono le due novità proposte da Mandorlini per il difficile impegno dell’Olimpico.
Indisponibili: Marquez. Squalificati: Sala, J. Gomez

NAPOLI-ATALANTA (22/03, 20.45)

Napoli: Andujar, Maggio-Koulibaly-Henrique- Britos, David Lopez-Inler, Callejon-Hamsik-Gabbiadini, Higuain (all. Benitez)
Benitez recupera Koulibaly in difesa ma perde Albiol, squalificato. Dovrà rinunciare per lo stesso motivo anche a Ghoulam che verrà sostituito da Maggio. Solo conferme da centrocampo in su, con Mertens ancora in panchina.
Indisponibili: Gargano, Michu. Squalificati: Ghoulam, Albiol

Atalanta: Sportiello, Masiello-Biava-Stendardo- Dramè, Cigarini-Migliaccio, Zappacosta-Moralez-Gomez, Denis (all. Reja)
Torna Zappacosta, Carmona è squalificato: Reja può varare il 4-2-3-1 con l’ex Avellino alle spalle di Denis assieme a Gomez e Moralez. In difesa Biava supera Cherubin nelle gerarchie difensive. Migliaccio accanto a Cigarini in mediana.
Indisponibili: Estigarribia, Raimondi. Squalificati: Carmona.

PARMA-TORINO (22/03, 20.45) 

Parma: Iacobucci, Cassani-Mendes-Lucarelli- Costa, Nocerino-Lila-Galloppa, Varela-Coda-Belfodil (all. Donadoni)
Tre squalificati per Donadoni che affida i pali a Iacobucci. A centrocampo partono dal primo Nocerino, Lila e Galloppa. Coda sarà il terminale offensivo innescato da Varela e Belfodil.
Indisponibili: Biabiany. Squalificati: Mirante, Mauri J., Gobbi.

Torino: Padelli, Bovo-Glik-Moretti, Bruno Peres-Benassi-Gazzi-El Kaddouri-Darmian, Martinez-Amauri (all. Ventura)
Probabile rivoluzione in attacco per Ventura con l’inserimento di Amauri e Martinez al posto di Quagliarella e Maxi Lopez. A centrocampo  ci sono Benassi-Gazzi ed El Kaddouri al centro.
Indisponibili: Vives, Farnerud. Squalificati: nessuno.

SAMPDORIA-INTER (22/03, 20.45)
Sampdoria: Viviano, De Silvestri-Silvestre-Romagnoli- Regini, Obiang-Palombo-Soriano, Eto’o-Muriel-Eder (all. Mihajlovic)
Sarà Okaka l’escluso dal tridente offensivo di Mihajlovic? È l’unico dubbio del tecnico serbo che per il resto può scegliere la formazione-tipo.
Indisponibili: Munoz, Cacciatore, De Vitis. Squalificati: nessuno.

Inter: Handanovic, Santon-Ranocchia-Juan Jesus-D’Ambrosio, Guarin-Medel-Brozovic, Shaqiri, Icardi-Podolski (all. Mancini)
Mancini spera di recuperare Shaqiri. Lo svizzero dovrebbe farcela. In difesa torna D’Ambrosio dal primo, dopo l’esclusione in Europa League per fastidi muscolari. Consueto centrocampo a tre con Brozovic e Guarin ai lati di Medel, vertice basso.
Indisponibili: Jonathan, Dodò, Nagaromo, Kuzmanovic. Squalificati: nessuno.

UDINESE-FIORENTINA (22/03, 20.45)

Udinese: Karnezis, Wague-Danilo-Piris, Widmer-Guilherme-Allan-Pinzi- Gabriel Silva, Thereau, Di Natale (all. Stramaccioni)
Stramaccioni ripropone Thereau dal primo minuto alle spalle di Di Natale. Dovrà rinunciare invece a Badu, che deve scontare un turno di squalifica.
Indisponibili: Domizzi, Lucas Evangelista. Squalificati: Badu.

Fiorentina: Neto, Tomovic-Rodriguez Go.-Basanta, Joaquin-Fernandez-Badelj-Borja Valero-Pasqual, Salah-Babacar (all. Montella)
La coppia d’attacco sarà composta da Salah e Babacar, anche se Gomez torna disponibile. Montella sembra intenzionato a giocare con il 3-5-2 escludendo sia Ililic che Diamanti, puntando sulla spinta di Joaquin e Pasqual.
Indisponibili: Lupatelli, Tatarusanu, Savic, Pizarro, Rossi. Squalificati: nessuno.