Troppo presto per il mare, troppo tardi per la montagna. Quest’anno Pasqua arriva il 5 aprile, ma questo non è un buon motivo per non fare le valigie. Tra viaggi on the road e gite fuoriporta gli itinerari alternativi non mancano.

VACANZE ON THE ROAD. Le vacanze pasquali durano pochi giorni, è vero, eppure ci sono diverse possibilità per sfruttarli al meglio e godersi il meritato riposo. Tra le varie opportunità c’è quella di affittare un camper: con Blurent si può viaggiare per quattro giorni con 530 euro, sfruttando uno spazio da quattro persone. E con un caravan è possibile risparmiare sull’alloggio: basta informarsi sulle aree di sosta più vicine. Se invece non volete rinunciare alla comodità dell’albergo, potete sempre optare per un viaggio itinerante in macchina e fare tappa in un bed&breakfast o in un agriturismo. Le destinazioni sono molteplici: si può scegliere una regione (Toscana, Umbria e Basilicata sono l’ideale in questo periodo) e girarsela in lungo e in largo oppure fare tappa fissa in una città e spostarsi di giorno in giorno.

FUGA ALL’ESTERO. Quattro giorni sono sufficienti per girare una capitale europea. Il periodo pasquale non è quello più conveniente per partire, ma non mancano le offerte. Arrivare a Vienna, per esempio, costa 136 euro, mentre per raggiungere Barcellona sono sufficienti 115 euro. Per la sistemazione risparmiare è più semplice: nella città spagnola si può dormire in centro con 50 euro a notte in una doppia, mentre nella capitale austriaca il prezzo base scende a 40 euro. Senza dimenticare Airbnb, che permette di prenotare una stanza privata già a 22 euro.

AVVENTURE SPORTIVE. Rafting, canyoning, trekking, yoga all’aperto. Per le prime due attività l’Umbria è la regione ideale, grazie ai torrenti che presentano diversi gradi di difficoltà. Tra la Cascata delle Marmore e il Vallo di Nera c’è solo l’imbarazzo della scelta, basta ricordarsi la muta e il casco. Il Trentino si sposa perfettamente con il trekking: il Lago delle Stellune e la val d’Algone offrono percorsi e panorami per tutti gli appassionati del genere. E se invece siete costretti a restare in città, sono moltissimi i parchi che organizzano lezioni di yoga all’aria aperta. Da Villa Doria Pamphilj a Roma fino a Parco Sempione a Milano: con l’arrivo della primavera si moltiplicano i “Saluti al sole” in giro per l’Italia.

VACANZE SPIRITUALI. La Pasqua offre numerose opportunità per affrontare un viaggio spirituale. La meta per eccellenza è il cammino di Santiago de Compostela: le vacanze pasquali durano meno di una settimana, è vero, ma è comunque possibile percorrere l’ultima tratta (da Sarria a Santiago) in pochi giorni. Se invece preferite restare in Italia sappiate che è il periodo delle processioni. Una delle più antiche è quella di Chieti; un’occasione in più per visitare la città, tra la Villa Comunale e l’Anfiteatro romano. Anche la Sicilia durante la settimana santa si anima con rappresentazioni e processioni sacre, senza dimenticare di concedersi qualche peccato di gola sotto il primo sole primaverile.

BABY FRIENDLY. Organizzare una vacanza familiare non è semplice, ma Pasqua è un’occasione troppo ghiotta per non partire. Così ci pensa il web a venirvi incontro. La piattaforma Bimbo in viaggio dedica un’intera sezione alle offerte pasquali e nel menu non mancano parchi divertimento e campeggi. Pasqua è anche un’ottima occasione per entrare a contatto con la natura: in Trentino il Parco naturale Adamello Brenta propone la “Caccia all’uovo nel parco”, mentre da Siena partirà un divertente treno a vapore che andrà in giro per i paesini limitrofi. E se avete deciso di fare i bagagli per Londra, sappiate che vi attende la mostra “The art of the brick”, dedicata alle intramontabili costruzioni Lego, le uniche in grado di mettere d’accordo genitori e figli.