Maurizio Lupi sceglie Porta a Porta per annunciare l’addio al ministero delle Infrastrutture dopo lo scandalo che lo ha coinvolto. “Ho telefonato a Mattarella. Dopo l’informativa al Parlamento, che ho voluto per rispondere alle doverose domande, lascio il dicastero”. Per lui pronto l’incarico di capogruppo alla Camera di Area popolare. “Renzi non mi ha chiesto le dimissioni”, precisa l’ex ministro che parla di “scelta politica del Pd” quando Vespa gli fa notare come il premier avesse sottolineato di non controllare il suo gruppo parlamentare a un eventuale mozione di sfiducia.”Ma perché tirare in ballo la mia famiglia?”, si lamenta Lupi che nega i rapporti di favore fra gli indagati e i suoi familiari. “Perché dovrei chiedere a Incalza di fare pressioni su Perotti per raccomandare mio figlio se avrei potuto chiamarlo direttamente?. Non me la sono sentita di dirgli di restituire l’orologio”. Dalle 10.55 in diretta per seguire l’informativa di Lupi alla Camera con il commento di Antonio Padellaro e Peter Gomez con collegamenti in diretta da Montecitorio e dalla procura di Firenze. Per intervenire via Twitter gli hashtag sono #FattoTv e #eclissidaLupi