L’ex ministro dei Trasporti Maurizio Lupi, dimessosi in seguito allo scandalo sulle grandi opere, solo pochi giorni fa, durante il question time alla Camera, dispensava sicurezza e tranquillità. Accanto a lui c’era Angelino Alfano, con solo i banchi dei deputati del M5S, dell’Udc e del suo partito l’Ncd, presenti al completo. Prima Buttiglione, poi Cicchitto e la Binetti raggiungono i banchi del governo per stringergli la mano ed abbracciarlo. E quando qualcuno, dai banchi del Nuovo Centrodestra, lo saluto, Lupi sorride e alza tutti e due i pollici: un doppio okay  di Manolo Lanaro