Tutti contro Maurizio Landini (segretario Fiom). A margine della firma della convenzione sulla rappresentanza sindacale nelle aziende, Cgil, Cisl e Uil bocciano l’iniziata della coalizione sociale‘ lanciata lo scorso sabato dal leader delle tutte blu della Cgil. In Particolare Susanna Camusso, prima della conferenza stampa nella sede centrale dell’Inps a Roma, alla richiesta de ilfattoquotidiano.it di poter rivolgerle due domande risponde: “Non ci penso proprio”. Poi alle richieste di altri cronisti risponde stizzita: “Oggi si riunirà la segretaria e poi vi racconteremo tutto, noi non stiamo dietro al pettegolezzo e mi sembra ce ne sia troppo in giro”. Per il segretario Generale della Uil Carmenlo Barbagallo “Renzi e Landini sono due facce della stessa medaglia. Nel sindacato c’è sempre chi vuole vuole fare progetti politici e poi scompare rapidamente”. “Landini è un sindacalista che da anni e anni non firma un contratto, non firma un accordo è poco allenato a rappresentare i lavoratori” sentenzia il segretario generale della CISL, Annamaria Furlan  di Manolo Lanaro