La visita del leader del Carroccio Matteo Salvini al Cara di Mineo, è stata accompagnata da una piccola protesta, organizzata da alcuni manifestanti locali, con mutande verdi e diversi cartelloni e slogan: “La Sicilia non si tocca”, “il Cara lo ha aperto lui” e la foto di Maroni “, o “Il vero volto della lega siciliana” con l’ex governatore Raffaele Lombardo nella veste di puparo tra Angelo Attaguile, segretario del movimento, e lo stesso Salvini. Molti i sostenitori presenti del ‘Capitano’, compresi diversi attivisti dell’estrema destra e Casapound. “È una vera e propria invasione, qui in Sicilia ci salviamo perché li teniamo rinchiusi – spiega un attivista – però poi scappano e non si sa che fine fanno”. Sul neologismo fascio-leghista invece la risposta è sarcastica: “Mi viene da ridere – spiega Francesco Vozza, leader di Casapound Sicilia – è solo folklore”  di Saul Caia