Nel suo “Paese delle meraviglie” in onda su La 7, Maurizio Crozza ironizza sull’assoluzione di Silvio Berlusconi e sulla differenza tra la sentenza di primo grado e quella definitiva. Il comico genovese spiega che Berlusconi è come il Marchese del Grillo, il personaggio interpretato da Alberto Sordi nel film di Monicelli del 1981. E poi Crozza si mette a cantare: “Sono libero perché la Cassazione crede a me, incredibile. La concussione non c’è più torno a far cucù, per il Paese io sono qua”. Il comico poi si chiede: “Ma come è possibile che in primo grado gli abbiano dato 7 anni? Chi erano i giudici del primo grado Veronica Lario, Marco Travaglio e Gianfranco Fini?