“Siamo molto arrabbiati. Sono due tre giorni che mi chiedo perché, io credo che sia stato un momento di bassezza televisiva incredibile, che Striscia la Notizia (Canale5) abbia davvero toccato il fondo”. Bruno Barbieri, chef pluristellato e giudice di Masterchef Italia 4 è incredulo e amareggiato. Quello che non riesce a capire è proprio il perché della decisione del programma Mediaset di rivelare con due giorni di anticipo il risultato della finale del cooking game. Ma di una cosa lo chef è sicuro, lo spoiler del programma di Antonio Ricci non rovinerà l’ultima puntata di uno degli show dedicati alla cucina più seguiti della tv. Anzi. “Pensiamo che stasera per la finale ci saranno ascolti stellari – afferma Barbieri – perché alla fine si è parlato molto di questa cosa, io credo che tutta l’Italia sarà con noi”. La strategia dello spoiler si è infatti ritorta contro il Biscione, i cui ascolti non sono stati premiati dall’Auditel, mentre ha sollevato un grande dibattito intorno al programma Sky, soprattutto sui social. Ma il programma di Ricci ha insinuato anche presunte irregolarità sui concorrenti, a partire da Nicolò Prato, accusato, nonostante le smentite dei diretti interessati, di aver lavorato nel famoso ristorante di Milano di Carlo Sandler contro le regole del programma. “Non faccio il carabiniere, io giudico il lavoro dei ragazzi”, è il commento di Barbieri. Il programma di Canale5 se la prende anche con Carlo Cracco, unico giudice chiamato direttamente in causa: “Non credo si tratti di accanimento”, specifica Barbieri, che sulle voci di una sua possibile sostituzione dello chef veneto con Antonino Cannavacciuolo aggiunge “non lo so, ma non vedo perché dividere un trio (i giudici del programma: Mauro Barbieri, Carlo Cracco e Joe Bastianich, ndr) così affiatato e divertente?”, spiega Barbieri. Lo chef esclude inoltre un ritorno alla finale in diretta l’anno prossimo e sull’ipotesi di finale “diverso” che verrà proposto stasera da Sky, spiazzando gli spettatori, invece, mantiene il totale riserbo: “Si fanno tante congetture, ma io parlo finale da non perdere”, conclude Barbieri  di Chiara Carbone, montaggio Samuele Orini