Una semplice “scelta tecnica“, assicurano i protagonisti. Ma, poiché i tempi stanno cambiando, bisogna adeguarsi. E’ lo slogan ripetuto a spron battuto per due giorni all’Adriatic Arena di Pesaro da Ennio Doris, davanti a 4.000 family banker: “Nulla è più come prima e io cambio”. Un manifesto programmatico adatto ai tempi. E così, dopo aver messo in soffitta il vecchio Biscione del logo, il socio di un Silvio Berlusconi fortemente ridimensionato da Bankitalia ha stretto un’alleanza col fondo Algebris di Davide Serra, finanziere vicino a Matteo Renzi, e ha invitato il patron di Eataly, Oscar Farinetti, a tenere una lezione alla convention.

Per Doris il cambio di logo è stata una “pura coincidenza”, così come la decisione di distribuire un prodotto finanziario gestito da Algebris. Il vicepresidente di Mediolanum Massimo Doris l’ha definita una “scelta tecnica, non per la visibilità di Davide Serra”. Il finanziere vicino al premier da parte sua ha definito l’alleanza una “partnership strategica” evitando poi di fare commenti sulle banche popolari. Sul tema, indiscrezioni di stampa parlano di una sua nuova offerta per rilevare i crediti in sofferenza della Banca dell’Etruria, l’istituto di recente commissariato da Bankitalia.

Sui rapporti con Mediolanum, Serra si è limitato a ricordare che si era occupato del gruppo nei primi report ai tempi della quotazione in borsa, quando lavorava per Morgan Stanley. Assieme ad altri tre prodotti finanziari il fondo ‘Financial Income Strategy‘ nato dall’accordo con Algebris dovrà contribuire a replicare nel corso dell’anno, in termini di raccolta, i risultati del 2014. “Sarebbe una cosa straordinaria”, ha detto il vicepresidente di Mediolanum, che è convinto però di poter “fare di più”. Per questo forse ha chiamato Oscar Farinetti a motivare i suoi family banker.

Anche in questo caso forse si è trattato di una coincidenza, perché Eataly, al di là della conclamata simpatia per Renzi di Farinetti, è una storia di successo. Tre coincidenze in una sola volta però accendono la fantasia e in questo caso la risposta alle domande che sorgono sta forse nello slogan di questa convention: nulla è più come prima.