“Non possiamo condividere l’idea che pur di lavorare si devono ridurre i diritti e i salari“. Il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, a margine di un congresso a Roma sulla contrattazione, critica la proposta che Fincantieri ha formulato alle forze sindacali: mezz’ora di lavoro gratis al giorno per ogni dipendente (leggi). “La dissociazione fra lavoro e diritti – attacca Landini – è inaccettabile e sbagliata per i lavoratori e per il Paese. Abbiamo chiesto all’azienda leader nella cantieristica navale di garantire l’applicazione dei contratti a tutti i lavoratori, anche quelli che lavorano per altre ditte. Ma la risposta – prosegue – è stata l’opposto, non mi sembra un grande passo avanti chiedere di lavorare gratis. Abbiamo chiesto al ministro e al governo di incontrarci, perché questo è un settore strategico e su questa partita si gioca l’idea di futuro”  di Annalisa Ausilio