Il consigliere d’amministrazione Rai Antonio Verro è uscito dalla sede Rai di Corso Sempione, a Milano, intorno alle 15, dopo l’approvazione del piano di riorganizzazione delle news. “Me ne vado perché non sto bene” ha detto ai microfoni de ilfattoquotidiano.it. Gli altri membri del Cda proprio in quei minuti stanno discutendo il suo caso, dopo che il Fatto Quotidiano ha pubblicato la lettera che Verro inviò nel 2010 all’allora premier (e proprietario di Mediaset), in cui “segnalava” trasmissioni contro il governo. E alla domanda sul perché non si dimetta data la sua incompatibilità con la carica di consigliere, dal momento che non rispetta più la “notoria indipendenza di comportamenti” richiesta per legge, Verro si trincera dietro il “no comment”  di Alessandro Madron