La leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, all’uscita dall’incontro al Quirinale con il Capo dello Stato, replica alle accuse lanciate al suo indirizzo da Gianfranco Fini nei giorni scorsi dalle colonne di Repubblica. L’ex numero uno di An l’aveva definita “mascotte di Salvini”, definizione che non la ferisce: “Fini mi ha ferito solo quando ha ucciso la destra italiana. Oggi, quando lui mi accusa, mi critica, acquisisco la consapevolezza di andare nella direzione giusta. Io non sono la mascotte di nessuno”. Sull’incontro con il Sergio Mattarella, l’esponente racconta di aver posto la questione del ”rispetto del Parlamento da parte di un governo che sta occupando tutti gli spazi, rifiutando il dibattito parlamentare”  di Mauro Episcopo