Si muove ancora la classifica dopo i posticipi della 24sima giornata del campionato di Serie A. Il Napoli ha battuto al San Paolo il Sassuolo imponendosi per 2 a 0 dopo un’ora di stallo. L’Inter invece ha espugnato il Sant’Elia grazie al 2 a 1 sul Cagliari. Chi trema adesso è la Roma, bloccata sul pari (l’ennesimo di quest’anno) in casa con il Verona. Se fino a poco tempo fa i giallorossi credevano ancora allo scudetto, adesso i nove punti di distacco dalla Juve iniziano a essere troppi per sperare al titolo e gli uomini di Garcia vedono il secondo posto insidiato dai partenopei, a sole tre lunghezze. E il prossimo turno ci sarà Roma-Juventus.

Il 2015 del Napoli è iniziato alla grande e la squadra sembra aver risolto quei problemi che hanno caratterizzato la prima parte della stagione. La gara di lunedì ha confermato l’ottimo inserimento del neo arrivato Gabbiadini negli schemi di Benitez e Zapata, in attacco, non ha fatto rimpiangere lo squalificato Higuaìn, siglando il gol del vantaggio e fornendo l’assist per la rete di Hamsik, che ha messo in cassaforte il risultato. Soddisfatto l’allenatore spagnolo, che figurava tra gli infortunati dell’incontro accusando un problema al polpaccio, tanto che è stato il suo vice, Fabio Pecchia, a dare indicazioni ai giocatori: “Facciamo turnover anche in panchina”, ha scherzato Benitez.

Anche l’Inter sembra aver trovato la quadra. Quella contro il Cagliari è la terza vittoria consecutiva per gli uomini di Mancini, trascinati da un grande Icardi, che con il gol del momentaneo 2 a 0 ha raggiunto il connazionale Tevez in cima alla classifica marcatori, con 14 reti. Anche al Sant’Elia la gara è stata sbloccata nel secondo tempo dopo una prima parte di gara dominata. Al gol ci ha pensato Kovacic con un piatto di sinistro sotto la traversa, centrata da Hernanes nei minuti finali. Poco prima, il Cagliari aveva provato a rovinare la festa nerazzurra con un diagonale di Longo entrato in porta grazie a una carambola tra il palo e la schiena di Carrizo. Adesso il Milan è sotto di due lunghezze e le due genovesi sono a pari punti. La corsa all’Europa dell’Inter continua.