“Sarà bene che il Gino Paoli di turno si sbrighi a fare la voluntary disclosure (la legge per favorire il rientro volontario dei capitali, ndr), perché non ha più scampo”. Così Vieri Ceriani, consigliere economico del ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, commenta le conseguenze che l‘intesa tra Italia e Svizzera sulla fine del segreto bancario avrà su casi come quello del cantautore genovese, indagato per evasione fiscale. La firma dell’accordo sullo scambio di informazioni, che ora dovrà essere ratificata dai due parlamenti, arriva nel momento in cui in Italia è stato approvato la voluntary disclosure. “Questo – commenta il ministro Padoan che annuncia la sigla di un’intesa analoga con il Liechtenstein –  è un processo che sta andando nella direzione dell’eliminazione dei paradisi fiscali, perché le autorità di queste giurisdizioni troveranno sempre meno conveniente e più difficile poter resistere allo scambio di informazioni”  di Luigi Franco