Favorevole a un intervento militare in Libia, ma pentito della guerra del 2011. Ignazio La Russa, deputato di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, ha partecipato alla fiaccolata di Milano, organizzata dal suo partito, per dire “No al terrorismo, stop agli sbarchi e sì all’intervento militare in Libia contro l’Isis“. Il corteo, composto da un centinaio di militanti, è partito da piazza San Babila per raggiungere piazza Duomo e poi è tornato indietro. La Russa, ministro della Difesa nel 2011, ha spiegato che non rifarebbe la guerra a Gheddafi e che “anche senza l’intervento dell’Italia non sarebbe cambiato nulla”. Oggi, invece, “il rischio di attentati nel nostro Paese è fortissimo e solo chi mette la testa sotto la sabbia può ritenere che non intervenendo ci pensi lo stellone d’Italia”  di Stefano De Agostini