Show del presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, ospite degli studi di Sky Sport, a poche ore dal derby di Genova. Noto per le sue bizzarre sortite e per le sue irresistibili gag, Ferrero si pronuncia sull’atteso incontro calcistico (“i miei giocatori dovranno entrare con testa, gambe e un po’ di fondoschiena”) e, come è rito nelle sue ospitate televisive, rinnova il suo amore per Ilaria D’Amico. A Enrico Preziosi, patron del Genoa, dedica una canzone, una rivisitazione di “Vattene amore” di Minghi e Mietta (“Coccolino amoroso, cocchì coccodà”). Er Viperetta poi si esibisce in un lungo siparietto con l’inviato Riccardo Re, che apostrofa scherzosamente con l’appellativo “fedigrafo”. Imita la propria parodia crozziana e, nel salutare il giornalista, gli dice: “C’hai la camicia un po’ spostata a destra, tipo la supercazzola“. Caustico il commento sulla vicenda Lotito: “Se c’è un funerale, lui fa il morto. Se c’è un matrimonio, fa la sposa. Gli consiglio solo di lavorare un po’ meno e frequentare meno persone poco qualificate. Registrare una telefonata è una cosa brutta”. Nel finale, Ferrero racconta un divertente aneddoto su Eto’o: “Ero a Londra per trattare Muriel, aspettavamo Pozzo in albergo. Mi ero stufato, sono uscito e al mio collaboratore Antonio Romei ho detto ‘Guarda, Antò, c’è Eto’o’. Mi sono confuso e ho abbracciato un ragazzo di colore, ma era il cameriere dell’albergodi Gisella Ruccia