Le forze dell’ordine “hanno operato bene”, secondo il questore di Roma Nicolò D’Angelo, che ha indetto una conferenza stampa sulla guerriglia urbana scatenata ieri dai tifosi olandesi del Feyenoord nel centro di Roma. “Sapevamo che partita era a rischio e avevamo mobilitato per al sicurezza 1800 uomini, 600 solo nel centro storico”, ha detto il questore. “Se i miei uomini avessero fatto i gendarmi – ha continuato – si sarebbe scatenata una rissa gigantesca“. Per D’Angelo, la devastazione di piazza di Spagna è stata la conseguenza minore rispetto a quanto poteva accadere. Parla di accoltellamenti, di possibili morti. “Meglio la sporcizia e il disordine – ha spiegato – che agire in maniera sconsiderata”. Non vuole alzare polemiche nei confronti del sindaco di Roma Ignazio Marino ma precisa: “Non condivido una accusa di pressapochismo: abbiamo garantito l’incolumità, abbiamo impedito devastazione e saccheggi veri”  di Paola Mentuccia