Doveva essere un giorno favorevole alle visite alle case automobilistiche, ieri 18 febbraio. Mentre il presidente del consiglio italiano Matteo Renzi si recava in visita, a Torino, allo stabilimento FCA di Mirafiori e al Centro Stile, al Politecnico e alla vicina sede di GM Powetrain dove vengono progettati i diesel Opel, il premier britannico David Cameron faceva un’analoga visita a Goodwood, sede della Rolls-Royce.

E curiosamente, mentre Sergio Marchionne e John Elkann mostravano a Renzi la versione definitiva della Suv Maserati Levante – debutto al Salone di Francoforte, in autunno, e produzione proprio a Mirafiori – a Goodwood si parlava di un altro modello 4×4, persino più esclusivo: l’inedita Suv della Rolls-Royce confermata poche ore fa dalla Casa inglese.

Dello stesso tenore anche le dichiarazioni dei due giovani premier. Cameron elogia la Rolls-Royce, marchio di proprietà del gruppo BMW, che “decidendo di costruire il nuovo modello a Goodwood ha riaffermato l’impegno nei confronti del Sud dell’Inghilterra“. Renzi invece si è detto “gasatissimo dai progetti di Marchionne”, in “una città che fino all’inizio del millennio veniva considerata finita, ma che invece ha saputo trasformarsi” anche grazie “a un’azienda creduta decotta che invece è andata a comprare una delle più grandi realtà automobilistiche americane” ribaltando “i rapporti di forza”.

VIDEO – Renzi: “Industria che vince non è quella della lagna”. E si “sente gasatissimo” da Marchionne

Cameron Rolls Royce