“Non ci sto a dire che si fa un’operazione di pulizia sugli appalti, riducendo i vincoli sul lavoro“. Susanna Camausso, chiudendo i lavori del convegno ‘Legalità: una volte per tutte’ promosso dalla Cgil alla Casa del Jazz a Roma, critica aspramente il governo Renzi sul tema degli appalti. “La riduzione dei vincoli sul lavoro – spiega – ha aumentato la criminalità organizzata e la norma che il governo, sembra, si appresta a varare sarà un nuovo veicolo alla criminalità e non un veicolo alla trasparenza del rapporto di lavoro negli appalti”. Sul palco in quel momento è presente Rosy Bindi, presidente della Commissione parlamentare Antimafia e deputata Pd, che mostra la sua contrarietà alla dichiarazione del segretario della Cgil. Ma la Camusso continua apostrofando l’intervento legislativo in tema di appalti “un’incentivazione a delinquere”  di Manolo Lanaro