E’ stata approvata la proposta di chiusura anticipata in Aula della discussione generale sul decreto Milleproroghe alla Camera dei deputati. Dopo solo un’ora dall’inizio dei lavori, è stata Cinzia Maria Fontana, deputato del Pd, a chiederla sul provvedimento che scade il primo marzo e che deve tornare in Senato. La richiesta è propedeutica all’apposizione della fiducia da parte del Governo. Decisione che proprio la Fontana giustifica così: “E’ evidente che togliere la discussione generale non è mai un atto piacevole, ma è chiaro che avremmo davanti nove ore di discussione e l’esame di mille emendamenti”. Sinistra ecologia e Libertà si dichiara contraria che con il deputato Gianni Melilla afferma: “Assistiamo ad una museruola che il Governo ha messo al Parlamento”. E Alessio Villarosa, deputato del M5S, dichiara: “Sono stanco di subire soprusi, di subire atteggiamenti fascisti”, tra gli applausi dei colleghi pentastellati. Dopo l’approvazione, ha la facoltà di intervenire solo un deputato per ogni gruppo  di Manolo Lanaro