Cinque ore di audizioni per la Commissione parlamentare d’inchiesta antimafia, che lunedì 16 febbraio ha fatto tappa a Reggio Emilia (per poi spostarsi a Modena) per fare il punto sull’inchiesta della Dda di Bologna e sull’espansione della criminalità organizzata in regione. “La ‘Ndrangheta al nord non è meno pericolosa che al sud” ha detto il senatore Pd, Franco Mirabelli, nel corso della conferenza stampa. “Dalle relazioni è emerso che sono in grado di sparare, hanno arsenali, pistole, armi. Non lo fanno perché in questo momento non gli serve”. Preoccupazione confermata anche dalla presidente, la senatrice Pd Rosy Bindi, che però ha escluso, sulla base delle indagini, un coinvolgimento delle cooperative. “Al momento non emergono illeciti. Non siamo di fronte a una situazione come quella romana”. E poi ha aggiunto: “Per molti aspetti ancora più inquietanti ci è stato riferito che il quadro non è stato ancora completamente definito e avrà ancora ulteriori sviluppi”  di Giulia Zaccariello