“Le riforme costituzionali sono nate da un accordo fra Pd e Forza Italia in cui ciascuno rinunciava a qualcosa ma dopo quello che è successo con il Pd noi non abbiamo più la necessità di essere scontenti”. Così il presidente della Commissione Affari Costituzionali alla Camera dei deputati, Francesco Paolo Sisto (Fi), commenta le sue dimissioni da relatore del testo di riforma costituzionale al vaglio dell’aula di Montecitorio. “Con il dolore del giurista – continua – lascio questo ruolo per l’appartenenza al mio partito”. Sullo strappo con il Pd dopo l’elezione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, Sisto precisa: “Non contestiamo il merito di questa elezione ma il metodo dei democratici. Noi vogliamo le riforme ma con i contenuti del centrodestra non più mediato con il Pd, Forza Italia deve riprendersi il suo Dna”  di Annalisa Ausilio