Gli attivisti del ‘movimento Cani Sciolti‘ hanno organizzato un blitz in Piazza Affari, a Milano, dove la Coldiretti aveva organizzato una manifestazione per rivendicare un trattamento economico più equo. Gli animalisti hanno dato voce ai bovini “sfruttati in allevamenti intensivi e ridotti a macchine che producono latte”. Hanno inoltre spiegato “le mucche, come tutti i mammiferi, producono latte solo dopo un parto e che, quindi, i vitelli appena nati vengono allontanati dalle madri, nutriti artificialmente e anemizzati per poi essere macellati. Mentre le mucche, sfruttate fino a non reggersi più sulle zampe, subiscono poco dopo la stessa sorte”. “Il latte è sangue“, hanno gridato gli attivisti agli allevatori. Qualche presente ha abbozzato mezzi insulti all’indirizzo degli attivisti “Mangia cicoria!”, altri hanno intavolato discussioni più filosofiche, mostrando le differenze di vedute che ci sono con gli allevatori   di Alessandro Madron