“Dovremmo unirci destra e sinistra per restituire la Banca di Italia agli italiani e se il premier Renzi non dovesse avere il coraggio necessario dovrebbe istituirne una nuova”. Ecco la ricetta del senatore di Forza Italia Domenico Scilipoti per uscire dalla crisi spiegata nel suo ultimo libro “Le crisi finanziarie e la battaglia di un senatore della Repubblica” presentato alla libreria Fanucci di Roma. L’onorevole siciliano affronta e minimizza lo scontro interno a Forza Italia con i fittiani da una parte e la guardia berlusconiana dall’altra. “Non è una faida – dice Scilipoti –  solo normale dialettica all’interno di un partito. Io non mi schiero e ricordo che c’è un presidente di partito che si chiama Silvio Berlusconi. Si dice che il Patto del Nazareno sia rotto, ma non credo sia vero. Fitto? Lo voglio bene”. E sui 43 franchi tiratori azzurri che avrebbero votato Mattarella, Scilipoti si smarca: “Mi avrebbe fatto piacere votarlo, ma ho seguito gli ordini di partito”   di Annalisa Ausilio