Il voto dei big di Forza Italia durante la quarta votazione che ha portato all’elezione di Sergio Matteralla a presidente della Repubblica. L’indicazione del partito era quella di votare scheda bianca. Renato Brunetta e Maurizio Gasparri votano palesemente “bianca” passando velocemente sotto il catafalco dell’Aula di Montecitorio, piegando la scheda ad un passo dall’urna. Anche la senatrice Pelino, fedelissima alla linea dettata da Berlusconi effettua rapidamente l’operazione di voto. Denis Verdini, invece resta sotto il catafalco elettorale molto più tempo rispetto ai colleghi. Certo, avrà potuto piegare la scheda e non votare oppure scrivere un nome, prima di apporre la propria scheda nell’urna. Anche tra i fittiani più di qualche dubbio nel voto, ad esempio di Maurizio Bianconi, che dopo aver votato alza il pugno destro e viene applaudito da alcuni colleghi di partito, mentre un altro deputato vicino a Fitto, Daniele Capezzone, vola sotto al catafalco e voto palesemente scheda bianca  di Manolo Lanaro