Da quando sento parlare Salvini, mi dà fastidio il mio accento lombardo, sto sui coglioni a me stesso. E succede anche quando sento il sindaco di Padova. L’accento dei veneti è da ubriachi, da alcolizzati, da ombretta“. Sono le parole di Oliviero Toscani, ospite de “La Zanzara”, su Radio24. “I veneti” – continua – “sono atavicamente un popolo di alcolizzati: intendo, i padri, i nonni, le madri. Però, poveretti, mica è colpa loro nascere lì. E’ un destino”. Il fotografo si pronuncia anche sulla nomina di Sergio Mattarella a presidente della Repubblica: “Sapevo vagamente chi fosse, come sarà vagamente in futuro. Non abbiamo mai avuto delle aquile come presidente, fatta eccezione per Ciampi che fu una sorpresa. I grillini? Ormai sono cotti, poveretti. Si sono ingrippati, hanno fuso il motore. Ma questi e Renzi non dovevano rottamare tutto? Questo Renzi qua è vecchissimo, sembra mio zio” di Gisella Ruccia