Al quarto scrutinio e con 665 voti, Sergio Mattarella viene eletto dodicesimo Presidente della Repubblica italiana. Al superamento del quorum, a Montecitorio partono gli applausi. Ma non tutti accolgono il risultato con soddisfazione. E se dai banchi di tutto il centrosinistra esplode la soddisfazione, tra i banchi del centrodestra berlusconiano la reazione è tiepida. Rimangono immobili i parlamentari del M5S, che fin dal primo scrutinio hanno votato per il giudice Ferdinando Imposimato, scelto sul blog di Grillo dagli iscritti, che si fermerà a 127 preferenze. Una reazione, questa dei grillini, che conferma quanto dichiarato nel corso degli scrutini a quorum di due terzi. “La scheda bianca è una manfrina di Renzi. Si sono già messi d’accordo”, aveva detto la senatrice laziale Paola Taverna   di Manolo Lanaro