“Abbiamo dato un altolà nel percorso delle riforme causato dalla mancanza di convergenza sul prossimo presidente della Repubblica“. Parola di Paolo Romani, capogruppo di Forza Italia al Senato. “E’ un momento complicato e Renzi – continua – non ha ancora incassato il sì definitivo né sulla legge elettorale, né sulla riforma del Senato. Oggi il premier ha tre maggioranza: una per il Colle, una per il governo e una per le riforme. Ho l’impressione che debba mettere un po’ d’ordine, perché non può portare a casa tutto”. Sul fronte della candidature, il senatore azzurro Antonio Razzi dice: “Matterella è una persona che stimo, ma ha un grande difetto: non ride mai. Al termine del suo mandato Napolitano ha ammesso di aver riso poco, adesso avremmo un altro presidente senza il sorriso che fa bene al cuore e al Paese”  di Annalisa Ausilio