Riunione congiunta dei parlamentari del M5s alla Camera per avviare il processo delle quirinarie. “Romano Prodi sarà uno dei nomi che metteremo in votazione, gli altri li proporranno i senatori e deputati insieme e saranno votati dagli attivisti in rete” spiega Roberto Fico, membro del direttorio. “La nostra procedura è chiara, Renzi ha ignorato una richiesta trasparente e democratica di una rosa di nomi – afferma -, per rispetto di coloro che nel Pd hanno inviato la loro email a Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio inseriremo anche il nome di Prodi” aggiunge. “Non mi piace granché, ma faremo quello che la rete deciderà” è la risposta del senatore Sergio Puglia. A tenere banco è anche la protesta degli attivisti 5 stelle ieri al largo del Nazareno verso Walter Rizzetto, uno dei fuoriusciti. “Non esprimo solidarietà, ha deluso chi crede in noi” afferma il deputato Giuseppe Brescia. “Condanniamo la violenza, ma hanno tradito il loro ruolo di portavoce, Rizzetto e Prodani non hanno nemmeno verificato il parere della loro base, si comportano da politici e hanno scelto il Nazareno” sostiene Fico. “Chi semina vento raccoglie tempesta, si sono rubati i nostri voti, hanno tradito i cittadini” chiosa Puglia  di Irene Buscemi