Da giovedì 29 gennaio 2015, inizieranno le operazione di voto per l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica, dopo le dimissioni di Giorgio Napolitano.

Il Capo dello Stato è eletto dal Parlamento in seduta comune (Camera e Senato). All’elezione partecipano tre delegati per ogni Regione eletti dal Consiglio Regionale in modo che sia assicurata la rappresentanza delle minoranze. La Valle D’Aosta ha un solo delegato.

Votano quindi 1009 Grandi Elettori: cioè 630 deputati, 315 senatori elettivi, 6 senatori a vita e 58 rappresentanti delle Regioni. I senatori a vita sono: Carlo Azeglio Ciampi, Giorgio Napolitano, Mario Monti, Renzo Piano, Elena Cattaneo e Carlo Rubbia.

L’elezione del Presidente della Repubblica ha luogo per scrutinio segreto a maggioranza qualificata, pari ai due terzi dell’assemblea (cioè 672 voti). Dopo il terzo scrutinio è sufficiente la maggioranza assoluta 50%+1 (505 voti).