Tre giovani rapinatori armati di pistola, risultata poi un’arma giocattolo ma priva del tappo rosso, hanno tentato nella notte di rapinare la cassa del bar di un distributore di benzina sulla tangenziale di Catania, contro di loro è intervenuto una pattuglia della Polizia. Nello scontro uno dei rapinatori è morto, mentre stava per esser trasportato in ospedale in ambulanza, uno è rimasto gravemente ferito e il terzo è fuggito insieme a un quarto complice che stava attendendo il terzetto fuori dalla stazione di rifornimento. Secondo gli inquirenti il commando di 4 persone aveva commesso un’altra rapina poco prima. All’area di benzina una pattuglia della polizia di Stato è intervenuta e da lì è nato un violento scontro a fuoco, durante il quale due rapinatori sono stati colpiti. “I rapinatori erano armati ed hanno puntato una calibro 9 contro una vittima e un poliziotto, quindi certamente c’era un fatto grave: la nostra inchiesta procederà accuratamente, ma lo diciamo con chiarezza, consideriamo la polizia come parte offesa” ha detto il procuratore di Catania Giovanni Salvi