Il cibo, nella tradizione gastronomica italiana, è estro, gusto e fantasia: inevitabile quindi che si sposi ai festeggiamenti del Carnevale di Venezia. Quest’anno in particolare, visto che la celeberrima festa di inizio febbraio cerca contatto con l’Expo di Milano, in partenza il prossimo maggio, che ha come tema l’alimentazione. In sintesi, gli organizzatori della kermesse veneziana hanno dedicato moltissimi eventi al cibo e ai più golosi: un motivo in più per visitare l’edizione del 2015 del Carnevale, in scena in tutta la città lagunare dal 31 gennaio al 17 febbraio.

Un’occasione eccezionale che quest’anno sposa la goliardia della festa veneziana alle allegorie alimentari dell’Expo: non poteva essere altrimenti vista la presenza di Davide Rampello, direttore artistico del Carnevale e anche di Expo 2015. Come sempre, dal 7 al 17 febbraio il centro della festa veneziana sarà il Gran Teatro di Piazza San Marco, con le scenografie curate dal Teatro la Fenice, arricchito da trionfi di cibo e ghirlande di vegetali. Qui ci saranno la Festa delle Marie (7 febbraio), il Volo dell’Angelo (8 febbraio) e il Volo dell’Aquila dal Campanile di San Marco (15 febbraio). Ecco invece alcuni appuntamenti speciali che renderanno il carnevale ancora più goloso.

Festa Querinissima. Sotto gli antichi archi della Pescheria di Rialto sarà esibito il meglio della tradizione culinaria del baccalà. Con tanto di rievocazione della consegna da parte di Pietro Querini al doge Foscari dei primi stoccafissi delle isole Lofoten: andrà in scena domenica 8 febbraio.

La Riva delle Maravegie (Arsenale). Spettacoli di artisti di strada contenderanno l’attenzione ai banchi del cichetì, tipici antipasti veneziani. A dare un tocco trasgressivo all’evento ci penserà Tentazionì, l’unica cena-spettacolo del programma ufficiale del Carnevale, nella Torre di Porta Nuova all’Arsenale, con performance di danze e acrobazie tra i tavoli.

Rio di Cannaregio. Qui si potrà vivere l’evento Il magico banchetto – Una favola del cibo a Venezia: il 31 gennaio si aprirà la festa con quattro mongolfiere di sei metri di diametro sospese nel cielo e altrettante strutture galleggianti.

Il programma della manifestazione è stato presentato a Palazzo Labia, presenti il sub commissario prefettizio del Comune, Sergio Pomponio, e l’amministratore unico di Vela, Piero Rosa Salva. Proprio la prefettura ha fatto sapere, visti i recenti attacchi terroristici a Parigi, che “per garantire la sicurezza, potrebbe esserci qualche disagio. Confidiamo nella sensibilità delle persone”. Ma Pomponio ha anche specificato che non bisogna allarmarsi: l’innalzamento in città dei livelli di sicurezza per la possibilità di attentati di matrice islamica è stato fatto solo “per dare maggiore tranquillità a chi partecipa agli eventi”.

www.puntarellarossa.it