Analgesia epidurale per il parto senza dolore, procreazione medicalmente assistita (Pma) omologa ed eterologa e screening neonatale. Ecco cosa è previsto, secondo quanto si apprende, nei nuovi Livelli essenziali di assistenza (Lea) nell’ambito dell’assistenza ospedaliera garantita dalle Regioni. Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin li presenterà mercoledì della prossima settimana agli assessori regionali alla sanità.

L’aggiornamento dei Lea ha richiesto una cifra pari a circa 500 milioni. Uno stanziamento che viene dunque totalmente ricompreso nell’aumento di 2 miliardi del Fondo sanitario nazionale previsto per quest’anno e pari a 111 miliardi di euro.

Nei nuovi Lea sono anche previste le vaccinazioni gratuite per varicella, pneumococco, meningococco e Hpv. Così come le prestazioni innovative diagnostiche e di attività clinica. L’obiettivo è anche quello di avere una maggiore appropriatezza delle prestazioni sanitarie e cliniche. Per questo motivo, sono previste misure finalizzate a ridurre il ricorso al parto cesareo e criteri di appropriatezza per il ricorso a day hospital, day surgery, ricoveri di lungodegenza e riabilitazione. E’ inoltre prevista una riduzione dei ricoveri diurni in ospedale a fronte del potenziamento dell’assistenza specialistica ambulatoriale.