Qualche deputato mi ha fatto sapere che mi voterà come presidente della Repubblica. Quale schieramento? Non lo dico, ma sono parlamentari di varie parti”. Sono le parole pronunciate da Giancarlo Magalli, in un’intervista rilasciata a Piazzapulita (La7). Il conduttore televisivo commenta la sua vittoria alle “Quirinarie” de ilfattoquotidiano.it e puntualizza: “Non è affatto uno scherzo, i giovani non scherzano sul proprio futuro. E’ un modo per far capire che prendono le distanze dalla casta. I nomi ufficiali piacciono così poco che loro ne propongono un altro, pur sapendo che non c’è la possibilità che venga eletto”. E aggiunge: “Questi ragazzi non vogliono la rivoluzione, né imbracciare i forconi. Vogliono solo che i politici capiscano le loro istanze e lo fanno in maniera simpatica. E invece vengono subito marchiati come “l’antipolitica”. Non vuol dire niente “antipolitica”. Io sono contro la politica? Faccio politica, non antipolitica”. Sulla possibilità di ritirarsi dal sondaggio, afferma: “Lasciamolo così com’è, tanto non succede nulla. Non è che se resto primo eleggono me”. Magalli poi parla di “metodo Boffo” da parte del quotidiano Libero e alla domanda su chi voterebbbe oggi, risponde: “Tsipras, credo come tutti. Andrei in Grecia a votare”