Scontro rovente tra la deputata di Forza Italia, Daniela Santanchè, e uno dei responsabili della comunità islamica milanese, durante il talk show di approfondimento “Quinta Colonna”, su Rete 4. Il dibattito verte sulla protesta anti-burqa che la parlamentare organizzò il 20 settembre 2009 davanti alla Fabbrica del Vapore, a Milano. Per quell’episodio la pasionaria di FI ha ricevuto una condanna pecuniaria di 1000 euro. “Per loro le donne vanno menate“, accusa la Santanchè, scatenando il disappunto dell’esponente islamico, collegato a Milano assieme all’inviato Roberto Poletti. “Mia figlia è ingegnere aziendale” – replica l’uomo – “ora lavora, ha studiato in Italia ed è nata in Italia”. I toni si arroventano durante la discussione e la deputata ammonisce: “Scusi, stia zitto un attimo. Così ascolta le donne e fa anche bella figura”. “Onorevole Santanchè” – ribatte l’uomo – “lei mi insegna sempre come interrompere il suo interlocutore“. “Ma avete visto come sono questi?” – lamenta la parlamentare – “Sa che lei deve essere un po’ meno arrogante? E dobbiamo cominciare a mettervi un po’ al vostro posto“. Si scatena la bagarre e un ragazzo islamico, in collegamento da Milano, chiede di poter intervenire a Poletti e domanda: “Posso mandarla a fare in culo?“. Risate e imbarazzo in studio, mentre il conduttore Paolo Del Debbio rimbrotta il giovane di Gisella Ruccia